Tag

, , , , , , ,

Tranquilli, non ho bollito bambini! Il neonato non è altro che il novellame di pesce azzurro, in particolare sardine e acciughe, che in generale prende il nome di Gianchetto o Bianchetto. In sicilia viene chiamato appunto neonato, in dialetto “nannatu”. Come per l’arancino/a anche qui a secondo dalla zona in cui siamo assume il nome al femminile o al maschile. Dalle mie parti è maschio! Ovviamente c’è in tutto lo stivale, ma con nomi diversi. Cicenielli nel napoletano, Bianchetto in Calabria, Ciacianielli nel salernitano, e così via. Da noi il nome ha un pò di horror lo so. Siamo sempre esagerati noi siciliani eh?! Il modo classico di cucinare il neonato è farlo a frittelle. E frittelle ho fatto io, ovvio. Ma è anche ovvio che io sono a dieta ( è ovvio vero? ditemi di si!!) quindi frittelle per tutti, tranne che per me. Vi mostrerò pure le frittelle, ma oggi vi faccio vedere un altro modo di gustare questi pesci. Un modo più leggero ma comunque gustoso.

INGREDIENTI

neonato fresco
sale q.b.
olio e.v.o. (io ConDisano Dante)
limone q.b.
prezzemolo q.b.
pepe q.b. (facoltativo)

PREPARAZIONE

Fate bollire in una pentola alta dell’acqua salata, quindi immergetevi dentro il vostro pesce e una volta portato di nuovo il bollore schiumare se serve. Lasciate bollire un paio di minuti al massimo, quindi con un mestolo bucherellato tirate fuori i pesci e metteteli in un piatto fondo.

Condite con prezzemolo tritato, limone, olio…e se vi piace del pepe.

neonato in insalataBuono tiepido ma anche freddo. Ovviamente ci sono periodo dell’anno in cui la loro pesca è consentita…e adesso siamo quasi alla fine del periodo.neonato in insalata_Questo tipo di pesce è molto leggero. Circa 100 calorie per 100 gr.  e  mangiato così siamo sicuri di non sentirci in colpa. Però lo ammetto… fatto a frittelle è tutta un’altra cosa! Domani ve le mostro! Per oggi però manteniamoci leggeri e …neonato in insalata__…buon appetito!!!

Annunci