Tag

, , , ,

L’accostamento di prodotti siciliani con altri di altre parti d’Italia mi piace molto. E’ un pò come tenersi per mano in cucina da un capo all’altro dello stivale.

Se poi a dei prodotti siculi ne abbino uno campano devo dire che per qualche strano motivo mi sento a casa.a1 La pasta di Gragnano Di Martino è uno di quei prodotti che tengo in cucina in un pensile “riservato”. Nel senso che ci sono prodotti particolari, che grazie alle collaborazioni ho in casa, che tengo “cari” per usarli nel modo giusto. Questa è stata un’occasione giusta. Quando mio padre ha portato a casa una “fascedda di ricotta fresca” ho esclamato: questa è mia!!! …. Sono stata guardata in malo modo, lo ammetto. Poi ho continuato: ci faccio la pastiera napoletana e una pasta di Gragnano! …. E allora nessuno ha più detto nulla. Giusy si mette in cucina, quindi che si prenda pure tutta la ricotta! E così è stato. Ho rifatto due pastiere secondo la ricetta postata qui giorni fa e ho messo in tavola delle casarecce con ricotta e pistacchio. A casa mia con la ricotta fresca abbiamo sempre fatto altri formati di pasta ma… il cambiamento è piaciuto parecchio.

INGREDIENTI

400 gr di fusilli ( io fusillata casareccia Di Martino)
400 gr di ricotta fresca (io ricotta di un’azienda agro-zootecnica di Ragusa)
pistacchio di Bronte tritato q.b.

inoltre se vi piace: 4 cucchiai di parmigiano grattugiato

a

PREPARAZIONE

Mettete sul fuoco una pentola con l’acqua , quando bolle salatela con una presa di sale, fate tornare il bollore e versate la pasta, che cuocerete al dente. Quando la pasta è pronta prelevate un po del suo brodo e tenetelo da parte, quindi scolatela. A questo punto in una padella mettete la ricotta e l’acqua di cottura della pasta. (Potete usare il siero della ricotta stessa che gli da più gusto, o l’acqua di cottura) Accendete il fuoco e schiacciate con una forchetta la ricotta, quindi unite il parmigiano, il pistacchio e  la pasta, e mantecate finchè la ricotta non si sarà asciugata un po. L’aggiunta di acqua dipende dal gusto personale. Io ne ho messa poca per lasciare la ricotta più granulosa, ma se la volete più vellutata basta aggiungere più acqua. A questo punto potete servire!

Impiattate e spolverate con altro pistacchio e…via in tavola!

Fusilli con ricotta fresca e pistacchio di Bronte

Come potete notare in questa mia versione non c’è olio, ne burro o altro. Una versione molto gustosa è ricotta pistacchio e pancetta…che però prevede un soffritto che inizia con olio e cipolla… e via di seguito! Se non siete a dieta provate pure così. Qui in realtà non è stato aggiunto nulla, nemmeno l’olio, perchè a casa mia piace assaporare il gusto della ricotta da sola, e quindi ha vinto la semplicità. Con questo piatto ovviamente non potevo non pensare a Bea…e me la immaginavo qui con me a dire ” vai…spolvera di pistacchio, un altro pò!”

… Beh amici, che dirvi allora se non…Fusilli con ricotta fresca e pistacchio di Bronte_…buon appetito!!!

Annunci