Tag

, , , , , , , ,

Ok non ho resistito. Almeno oggi, ultimo giorno del periodo in maschera, dovevo fare un dolcino tipico. Mi rodeva più che altro il fatto di aver aiutato la mamma del pazzo a friggere sabato sera…per poi ritrovarmi oggi senza aver fatto nulla per i miei. E no..qualcosa andava fatto per la mia famiglia…e qualcosa è stata fatta! E allora quest’anno castagnole, con una ricetta di poco diversa da quelle dell’anno scorso ( la cui ricetta trovate qui) . Sorridevo mentre le preparavo…perchè già dall’odore le mie castagnole erano diverse da quelle fritte sabato. Non amo l’anice  anche se quando presente come liquore nei dolci degli altri lo “assimilo” ma è proprio un gusto che non vedo adatto a certe cose…o forse semplicemente non è nelle mie corde? E sorridevo perchè pensavo che qualcuno mi avrebbe detto di metterlo, che castagnole erano se no? Eh..che castagnole sono senza liquore all’anice? Sono le mie castagnole!!!! Inoltre con la farina autolievitante avevo paura del risultato, pur avendola già provata con il Cuore di mela e arance al profumo di cannella e avendo avuto un risultato ottimo. Paura perchè non sapevo se questa farina andava bene pure per dolci fritti, che cuociono in pochissimi minuti. Risultato? Eccellente! ovviamente la stessa ricetta potete farla con una farina per dolci classica aggiungendo 1 bustina di lievito.

INGREDIENTI

500 gr. di farina per dolci ( io miscela di Farina e Lievito Molino Chiavazza )
1 bicchiere di latte
2 uova
50 gr. di burro
50 gr. di zucchero
aroma a piacere ( io 20 gocce di aroma vaniglia Bourbon della FlavourArt)

olio per friggere q.b.

zucchero a velo per decorare q.b.  ( io zucchero a velo S. Martino)

PREPARAZIONE

Facile e veloce…basta ammorbidire il burro e mettere tutto in una ciotola.. impastare bene con le mani, formare una palla e poi tante piccole palline. Potete semplicemente staccare tanti pezzettini di impasto e passarvelo un pò tra le mani per dargli una forma compatta ( come ho fatto io) o fare dei cordoncini e tagliare tanti pezzetti che poi con le mani arrotonderete. Pronte tutte le palline friggetele poco alla volta in abbondante olio a fiamma bassa, per evitare che rimangano crude dentro diventando subito scure. Uscendole dall’olio poggiatele su un piatto con della carta assorbente e lasciatele freddare..

castagnole_preparazione …ora…io volevo farne un paio “diverse” …e allora cosa ho fatto? (ok non dovevo, sono a dieta lo so..ma l’ho fatto!) Ho preso una siringa a cui ho tolto l’ago…e… ops.. guardaaaaaacaso la siringa è finita dentro un barattolo di nutella??? ma daiiii che sfiga eh!!! beh visto che proprio c’è finita dentro l’ho usata per riempire qualche castagnola…così..tanto per non sprecare nulla!!! 😛castagnole_siringa con nutella…ammetto che è un pò scocciante farcire ogni singola piccola castagnola ma…qualcuno deve pur fare i lavori sporchi in casa eh!!!! Quindi andiamo per ordine…. castagnole semplici…una spolverata di zucchero a velo e…

castagnole_…oplà!!! pronte in tavola!!castagnole__E mi vien da ridere se penso che qualcuno mi direbbe che non sono tutte della stessa misura, e che sono “spaccate” …. oh ma sarò strana io ma…per me le castagnole non debbono essere tutte uguali..e soprattutto debbono essere spaccate! Viva la farina autolievitante!! Curiosi di vedere quelle con la nutella?

castagnole ripiene di nutellaEccole!!!!! ne ho fatte pochine…perchè ammettiamolo.. è carnevale ma la dieta non può essere scordata del tutto….ahimè!castagnole ripiene di nutella_Non sono simpatiche con quel puntino che ci fa capire che…nascondono una sorpresa??? beh amici…direi che per quest’anno sono indietro come sempre nel suggerirvi le ricette del periodo ( questo post andava fatto almeno 2 giorni prima!!) ma come sempre sarò utile per l’anno prossimo no? E poi..chi l’ha detto che le castagnole si mangiano solo a carnevale??? E allora amici…

castagnole ripiene di nutella_interno…buon appetito!!!!

I due bellissimi piatti che vedete in foto sono della Poloplast, e le due coloratissime tovaglie della Greengate.

Annunci