Tag

, , , , ,

E pesce sia. Qui da me il pesce non si mangia spesso mi sa…o forse alle volte faccio cose così “normali” …per me… che mi scordo di postarle!! Giorni fa vi ho fatto vedere come ho preparato l’insalata di polpo. C’è un’altra parte di quel polpo che ancora devo postare per farvi vedere come è stata cucinata…ma lo sapete che salto un pò qua e la quindi oggi niente polpo ma…totano! Questo modo di cucinare il totano ad esempio ( ma anche il polipo) a casa mia è un classico…così classico che non pensavo di postarvi la ricetta. Io A dire il vero l’ho cucinato in modo quasi light…ovvero ho messo l’olio solo a cottura quasi ultimata, ma ovviamente se non avete problemi di linea mettete l’olio fin dall’inizio. E allora…ecco come cucino una parte, anch’essa buonissima, del totano: i tentacoli!

INGREDIENTI

Tentacoli di totano
pomodori pelati (io Filetto di pomodoro Valgrì)
1 cipolla
sale q.b.
olio e.v.o. q.b. (io ConDisano Dante)
sale q.b. ( io ho usato grani di paradiso della Cannamela)
vino biancotentacoli di totano col pomodoro_ingredienti

PREPARAZIONE

Se come nel mio caso il totano è fresco..direi quasi vivo..il lavoro è un pò antipatico ma..il gusto è decisamente meglio!Dopo aver diviso i tentacoli dal corpo ( presto vedrete come ho cucinato il corpo) prendete una pentola e quando l’acqua bolle tuffateli dentro e fateli cuocere. I tempi di cottura dipendono da quanto sono grossi i vostri totani. ( il mio era uno..ma era enorme!!!)  totanoUna volta cotti i tentacoli puliteli dalle ventose e dalla pellicina violacea che hanno…quindi lasciateli freddare. Quando i tentacoli sono freddi tagliateli a rondelle. Nel frattempo tagliate a fettine la cipolla e schiacciate su un piatto i pelati. Quindi mettete tutto in un tegame basso e largo con dell’acqua…e fate cuocere.

tentacoli di totano col pomodoro_preparazione

 Quando la cipolla è cotta e il pomodoro “scotto” aggiungete il totano, salate e bagnate con del vino bianco. La cottura adesso dura davvero poco, perchè il totano è già stato cotto. Pochi minuti..quindi unite un filo di olio, una spolverata di pepe nero,cuocete qualche minuto e…via in tavola ancora fumante! tentacoli di totano col pomodoro_… io ho evitato prezzemolo e peperoncino…ma ovviamente ci stanno…ecccccome!!! In ogni caso, che mettiate l’olio all’inizio o alla fine…che mettiate prezzemolo o meno…giuro che il gusto è eccellente. Quindi amici… tentacoli di totano col pomodoro…buon appetito!!!

nota: anche qui qualcuno penserà ” e il corpo del totano??” … abbiate pazienza…arriverà pure quello 😀

Colgo l’occasione per ricordare, a chi è della zona, che a Bologna fino al 10 febbraio ci sono i laboratori interattivi con i ricercatori degli Oleifici Mataluni

Logo_LaboratOlio

Un’esperienza sensoriale unica nel mondo dell’olio extra vergine di oliva, alla scoperta delle sue qualità gustative e olfattive, per allenare i sensi e imparare ad utilizzarli al meglio. Arriva a Bologna il “LaboratOLIO del Gusto”, ideato dagli Oleifici Mataluni di Montesarchio (BN) nell’ambito di “Arte e Scienza in Piazza 2013”, la manifestazione organizzata dalla Fondazione “Marino Golinelli”, in programma dal 5 al 10 febbraio presso Palazzo Re Enzo. Sotto la guida degli esperti assaggiatori sanniti e dei ricercatori del Criol – Centro di ricerca degli Oleifici Mataluni, i visitatori potranno partecipare ai laboratori interattivi di analisi sensoriale, degustando l’extra vergine di oliva per acquisire l’uso di strumenti naturali, come il naso e la lingua, indispensabili per effettuare scelte alimentari e nutrizionali di qualità. Le attività sono aperte a tutti, previa prenotazione, dal martedì alla domenica, mentre le scuole potranno accedere dal martedì al venerdì. In particolare, l’iniziativa è rivolta agli alunni degli Istituti primari e secondari di I grado, che verranno coinvolti in divertenti prove di assaggio, realizzate in collaborazione con i Maestri della Pasticceria Stella di Rotondi (AV), a dimostrazione di come le sensazioni possano talvolta essere ingannevoli. Obiettivo del laboratorio, infatti, è di illustrare le possibilità di analisi del gusto e dell’olfatto, che possono essere stimolati ed utilizzati per affrontare in modo più consapevole la scelta dei prodotti alimentari, riscoprendo cosa davvero piace ai consumatori. “Crediamo molto nel trasferimento delle nostre conoscenze al consumatore – afferma Maria Savarese, ricercatrice del Criol e assaggiatrice professionista – che deve essere reso consapevole di ciò che mangia attraverso uno strumento valido per poter realizzare una scelta di qualità, con effetti positivi per la salute. Lo strumento di cui parliamo sono i nostri sensi, che diventano fonte di conoscenza. LaboratOLIO è pensato soprattutto per i bambini ma cimentarsi in un’esperienza del genere si rivelerà utile anche per gli adulti”. Le proprietà sensoriali dell’olio di oliva richiedono grande attenzione perché rappresentano anche un indice delle proprietà nutrizionali del prodotto. L’evento formativo approfondirà anche altre tematiche: la funzione dei grassi a tavola, le differenze tra i diversi tipi di lipidi e l’importanza dell’olio extra vergine, alimento principe della dieta mediterranea. Dopo il successo nelle edizioni 2010 e 2011 del Festival della Scienza di Genova, dunque, gli Oleifici Mataluni continuano in prima linea a portare avanti attività didattiche, ideate per abituare soprattutto i consumatori più giovani a riconoscere le proprietà dell’olio extra vergine italiano, affinché la scelta di cosa mangiare sia sempre più consapevole. Per maggiori informazioni e prenotazioni, visita il sito www.lascienzainpiazza.it/info-e-prenotazioni/
Annunci