Tag

, , , , ,

E se oggi ci facessimo un bel piatto unico? Vi parlerò a breve della conserva di tonno ( la trovate qui ) , che anche quest’anno ho fatto e che, come tutto, posto sempre con estremo ritardo!) Almeno però vi trovate avanti per l’anno prossimo no??? Domenica avevo voglia di cucinare un piatto unico, e di cucinarlo leggero ma gustoso. Allora aprendo la dispensa ho sentito un richiamo dal lato dei barattoli di tonno ” siamo qui, siamo il tonno di quest’annoooo…perchè non ci mangi???” ok, forse non hanno urlato, ok non hanno nemmeno parlato. Ok avevo voglia e pasta col tonno va bene??? Non contradditemi che oggi sto nervosa … ehheeh. Dunque, io non ho soffritto nulla, ma voi che (fortunati) non siete a dieta… soffriggete pure..avete il mio permesso!! ( E qui sento già le vostre pernacchie!!) A onor di cronaca questa salsa al tonno ha condito 4 piatti di pasta. La mia era la pasta per la linea, ma a me non pesa fare 2 pentole e prepararmi la pasta a parte…purchè il condimento da preparare però è unico! E vi assicuro che pur non soffriggendo nulla il condimento è piaciuto a tutti. Inoltre non ho usato olio , a parte quello che di suo aveva il tonno che a mio parere basta. Ecco perchè le ho chiamate “quasi light”…perchè il tonno era sott’olio e non al naturale.

INGREDIENTI

400 gr. di penne rigate ( io per me ho usato penne  Fiberpasta)

450-500 gr. di passata di pomodoro (io ho usato Passata densa Valgrì )

1 cipolla piccola

1 spicchio d’aglio

Tonno sott’olio q.b.

sale q.b.

PREPARAZIONE

Dopo aver fatto cuocere la cipolla tritata con l’acqua aggiungete la passata, lo spicchio d’aglio e il sale e fate cuocere fino a raggiungere la densità da voi desiderata. A quel punto prendete il tonno, sfilettatelo (se è a filetti) e unitelo alla passata.  Nel frattempo pesate la vostra pasta, fate bollire l’acqua, salatela e quindi cucinatela coi tempi consigliati, o cmq sempre a secondo dei vostri gusti di cottura.

Scolate la pasta, condite e…

..impiattate!!

Ovviamente se non avete tonno fatto in casa potete usare quello comprato, e aggiungere l’olio o durante la cottura, o a crudo alla fine. Direi che ci starebbe benissimo una foglia di basilico ma…qui pioveva e la  pianta di basilico che ho nell’orto ( che ancora fa belle foglie verdi!) era un pò lontana dalla cucina e per pigrizia ho preferito non andare a raccoglierla. Ok , mi metto in castigo da sola…mea culpa! Però alla fine…direi che questo piatto era buono e bello lo stesso no??? E allora amici…

…buon appetito!!!

Annunci