Tag

, , ,

Era una sfida questa. Una sfida personale tra me e la mia passione per la cucina. Quando ho deciso di proporre la collaborazione con Piaceri Mediterranei di cui vi ho parlato qui sapevo quello che volevo. Volevo “creare” qualcosa di buono con prodotti speciali per persone che hanno intolleranze, e volevo farlo con la mia esperienza,poca forse, ma senza copiare ricette. E forse la sfida più grande poteva essere con la farina per dolci. E così è stato. Quando via mail ho comunicato con chi si occupa delle attività social e web di Piaceri Mediterranei mi ha colpito molto sentirmi dire “il tuo articolo e la tua opinione potranno essere anche non proprio positive e non c’è nessun problema a dirlo: abbiamo deciso di metterci alla prova e quindi prova sia!” ho pensato : è la mia sfida, non solo la vostra. La accetto! …ed ecco che dopo un pò, e chiedo scusa per i tempi di attesa, ieri pomeriggio mi sono messa all’opera. Niente ricettari, niente consigli. Solo intuito. Intuito, e consapevolezza che avrei potuto fare un flop, e rovinare un prodotto che avrei potuto usare seguendo qualche ricetta. La farina per dolci descrive tra gli ingredienti anche lo zucchero, ecco perchè ho deciso di non usarlo. A onor di cronaca ho voluto “testare” questa cosa. Ho preso un colino e ho setacciato un cucchiaio di farina….nel colino è rimasto zucchero! Ho pure assaggiato poco poco la farina e ha già di suo un gusto piacevole a conferma del fatto che c’è anche amido di mais e latte in polvere. E quindi..mani in pasta!

INGREDIENTI

250 gr. di farina Miscela per dolci Piaceri Mediterranei
1 bicchiere di latte ( ero partita con mezzo ma ho incrementato)
60 gr di burro
1 uovo
3 mele
1/2 bustina di lievito
zucchero a velo

PREPARAZIONE

Mettete in una ciotola la farina e l’uovo e iniziate a mescolare, aggiungendo man mano il burro fuso,lasciato freddare un pò, e il latte. Lavorate bene fino a ottenere un impasto omogeneo. Imburrate e infarinate la vostra teglia ricoperta di carta forno (se la usate in silicone non serve) e disponete sul fondo le fettine di mele creando il disegno che volete. Coprite con metà dell’impasto, fate un altro strato di fettine di mele e poi coprite con la metà dell’impasto rimasto. La vostra torta è pronta per andare in forno!

Io ho usato una teglia da 22 cm e l’ho tenuta 30 minuti a 180° in forno preriscaldato, ma come sempre regolatevi col vostro forno, e se avete il dubbio sulla cottura fate la prova stecchino.

Ecco…a dirla tutta non serviva nemmeno rovesciarla…era già bella così, bastava solo spolverarla con lo zucchero a velo…ma ormai era stata predisposta per essere capovolta!! e quindi….

…vai col ribaltamento!!!! una spolverata di zucchero a velo e…

…via in tavola!

Il doppio strato di mele è eccezionale!!! L’impasto è morbido, e la prova del nove è stata mangiarla anche stamattina a colazione. E non si percepisce nessun gusto “strano” da farina speciale per intolleranti al glutine!

…è rimasta morbida! Devo dire che non pensavo riuscissi a fare una torta senza seguire precise dosi, ma ce l’ho fatta…e ne sono fiera! Il non mettere zucchero è stato perfetto, è dolcificata in modo giusto perchè nella miscela come già detto c’è zucchero e sono felice di non averne aggiunto. L’unico errore iniziale era stato stabilire mezzo bicchiere di latte che poi è diventato uno, anche se a pensarci bene  direi che con mezzo bicchiere di latte se la torta non si deve rovesciare l’impasto andrebbe messo nella teglia e le mele  immerse dentro, quindi se è denso è meglio! Si..direi che potete provare! Adesso scusate ma…è rimasta una fetta per il caffè del pranzo quindi…

…buon appetito!!!

Annunci