Tag

,

E’ ancora tempo di zucche??? direi proprio di si!!! E allora cosa possiamo fare di “salato” e a tema? Si…salato..perchè il pazzo se per più occasioni vede dolce comincia a snobbarmi un pò..e siccome la cavia culinaria devo tenermela buona…direi che oggi..salato!!Da buona sicula oggi rispondo: arancini!!!

Arancino nel catanese, arancina nel palermitano…direi che comunque questa bontà rappresenta un cibo caratteristico della mia Sicilia. Ormai la si trova nei più svariati gusti, dal ragù ai funghi,dal pistacchio alla norma,dagli spinaci al nero di seppia!!! e così via…a elencarli tutti ci staremmo un bel po! E io oggi, visto il periodo “zuccoso” lo preparo alla zucca…ecco! A onor di cronaca come gusto personale non amo gli arancini che hanno il riso bianco e il condimento solo al centro. Li mangio lo stesso eh..che sia chiaro! Ma se posso scegliere come mangiarli…preferisco che il riso sia in parte condito. Ecco perchè, se li faccio io, non faccio mai la base bianca. In questo caso ho usato la base del risotto alla zucca ..ricordate? Quindi avete due possibilità: fare un risotto per gli arancini..o fare una doppia dose per fare risotto..e arancini!!!! quando fate il soffritto con la zucca prendetene una parte e passatela in una padella dove avrete già iniziato un soffritto con della pancetta. Soffriggete pochi minuti tutto insieme e mettete a freddare. Ed ecco il trucchetto che uso per fare gli arancini quando sono di fretta e non voglio “disperarmi” nella modellazione di queste golose sfere!

…direi che non serve nemmeno spiegarlo…però, in pochi semplici passi: prendete i pirottini di alluminio, oleateli e infarinateli. Poi mettete il riso creando una fossa al centro dove inserirete il composto di zucca e pancetta, e dei pezzetti di mozzarella. Chiudete con un altro pugnetto di riso e pressate bene per sigillare. Riempite tutte le formine e lasciatele riposare il tempo di preparare il necessario per l’impanatura. Sbattete quindi in un contenitore piccolo e alto le uova con un pò di sale. In un piattino mettete della farina, e in un’altro la mollica con sale e pepe. Nel mio caso ho usato del pangrattato “grosso” fatto in casa (ricordate?) che ha reso la panatura croccantissima! A questo punto ad uno ad uno sformate il riso dagli stampini e modellatelo un po a sfera.

Vista la forma dello stampino potete fare anche degli arancini a cono..ma a me piacciono più a sfera, e quindi ho modellato così.

Passateli nella farina, poi nell’uovo  e infine nel pangrattato…fateli riposare un pò,anche un paio di ore se avete il tempo, meglio se in frigo! Friggerli in una padella dai bordi alti ( ma meglio una pentola per frittura) o in friggitrice, con olio di semi di arachide (o olio e.v.o. ) Per averle tutte calde e croccanti insieme, e oserei dire per averle “più croccanti” ecco il mio segreto ( ma che segreto è se ve lo dico??? evvvvvabbè!) : date una prima cottura senza farli colorire troppo. Man mano che si cuociono usciteli e metteteli su carta assorbente, e quando li avete fritti tutti rimetteteli nell’olio il tempo di fargli prendere colore. Di nuovo su carta assorbente e poi …subito in tavola!!! O meglio…subito in pancia! 😀

…che dite…è carino a vederlo??? Oserei dire che è carino pure a mangiarlo!!!! quindi….

…buon appetito!!!!

nota: gli arancini non cotti, possono essere anche congelati e fritti più avanti. Ovviamente il riso può essere cotto nel modo classico se volete un arancino condito solo al centro.

Annunci