Tag

,

E’ la prima volta che scrivo un post con il “soggetto” ancora in preparazione.

Ottimizzo i tempi..ecco.

Mentre scrivo arriva un profumo meraviglioso dalla cucina, luogo da cui però sto alla larga perchè con la temperatura di questi giorni se si sosta davanti al forno si rischia di svenire!!!

Allora intanto che il mio dolce finisce la cottura io chiacchiero con voi.

Aehm…”ma anche no!” potrebbe dire qualcuno…vero?

Oh vabbè..ma se siete qui a leggermi siete amiche mie no? ( e amici!)..quindi non vi annoio..giusto?giusto!

E se siete di passaggio sappiate che io parlo…parlo…parlo.

Ci sarà da ridere se il dolce si brucia…o si sfrantuma nel capovolgerlo e io ho già un post pronto di cui non mostrarvi le foto!!!! eheheh..ok meglio controllarlo.

Resta di fatto che un forno vecchio da soddisfazioni per qualcosa e fa addannare per altro. E il mio forno,anzi il forno di mamma, solitamente mi da più soddisfazioni col salato. Pazienza!Proviamoci lo stesso.

Pomeriggio mi sono ritrovata a osservare una cassetta di prugne raccolte dal mio papà nella nostra campagna. Mi son detta : Ne ho regalate un pò..ma ancora qui ce n’è troppe! ma che ci posso fare? marmellata?crostata?un bel filetto di maiale?????(quest’ultima opzione piacerebbe molto al pazzo!). Gironzolando sul web come ogni volta che non sono decisa su cosa fare sono capitata sul blog  La dolcetteria  che anni fa ha fatto questo dolce. Lei lo ha fatto a forma di cuore, io evito le romanticherie per oggi ok??? (non è vero..la verità è che non ho lo stampo per torte a cuore ma non ditelo a nessuno!!!! 😀 ) Nel frattempo ho spento…il dolce è pronto. Pare non si sia bruciato…vedremo pure di non spiaccicarlo al pavimento al momento di metterlo nel piatto. Viziaccio mio è quello di non aspettare che i dolci si freddino. Adoro tagliarli quando ancora sono caldi. Ricordo ancora nonna che mi diceva “lasciamolo raffreddare..così si asciuga!” …oh vabbè, sarà che si asciuga…ma io adoro la fetta tiepida 😀 … ma visto il caldo che fa direi che oggi lo lasciamo freddare!!!

( e asciugare, si nonna..lo facciamo asciugare! 🙂 )

INGREDIENTI

2 uova
180 gr di zucchero
succo e scorza di un limone
2 cucchiai abbondanti di olio di semi
4 cucchiai di acqua
250 gr di farina
1 bustina di lievito
10 prugne fresche tagliate a pezzetti

PREPARAZIONE

Lavorare le uova con lo zucchero, unire l’olio, l’acqua, la scorza ed il succo del limone.Incorporare la farina setacciata con il lievito ed aggiungere per ultimi i pezzetti di prugne.

Versare in uno stampo imburrato e infarinato (io ho messo la carta forno anche se ho imburrato e infarinato) e cuocere a 170° per 40/45 minuti. Ovviamente come sempre regolatevi con il vostro forno e fate la prova stuzzicadenti! Fate freddare, una spolverata di zucchero a velo e…

…buon appetito!!!

ah, no…scusate…non si vede nulla a torta integra..avete ragione!!!

Tagliamola!!!

…e poi ovviamente…

…ASSAGGIAMOLA!!!!!!!!

nota: per gusto personale preferisco più il burro che l’olio.

nota2: se i vostri limoni sono come quelli del mio giardino, ovvero con molto molto succo, non esagerate perchè rischiate di nascondere il gusto delle prugne.

nota3: il pazzo non ama il (troppo)dolce e questa torta non lo è,  proprio per l’accoppiata prugne-limone…Dai tempi di durata della sua fetta tra le mani oserei dire che ha gradito! 😛

nota4: ancora non ci credo, ma la mia ricetta del cous cous freddo con verdure in agrodolce con cui ho partecipato su fb a un contest è stata pubblicata nel n°31 di Luglio-Agosto della rivista “La mia cucina vegetariana”

..un grazie va a chi ha organizzato il contest e a chi mi ha sostenuta :)!

Annunci