Tag

, , ,

Questi 4 mesi dell’anno, da Aprile a Luglio, sono i mesi dei compleanni delle mia famiglia…mettendoci in mezzo pure l’anniversario dei miei, la festa della mamma, e il compleanno del pazzo c’è un totale di 7 torte in 4 mesi! vabbè non sono mica tante no? se poi volessi fare un conto veloce aggiungerei pure Natale, Capodanno , Pasqua, San Valentino e anniversario…arrivo a un totale di 12!!…

12 torte in 12 mesi.

A questo totale si possono aggiungere le eventuali torte che qualcuno può avere il piacere di fare insieme a me, però quelle ufficiali nella mia vita sono 12. Ora non che io ci badi molto a certe cose , ma 12 è un numero che di recente sento nominare spesso…e poi è il numero di Giulia …coincidenze della vita! 🙂 Augurandomi che negli anni questo numero personale non resti sempre 12…ma quantomeno arrivi a 13? anzi no,14? ok massimo 15!!!! spero di avere sempre la fantasia di dedicare le mie torte alle occasioni e/o alle persone per cui vengono realizzate. A volte è semplicissimo…altre difficilissimo! Questo era un caso DIFFICILISSIMO!!!!

…14 Aprile, compleanno del fratellone. Panico da “tema”…come gli faccio la torta quest’anno???? le idee che mi venivano erano un pò troppo “elaborate” per una come me che di stampi per pdz ha solo quelli per i fiocchi di neve!!!!!Gironzolando tra le mie pagine preferite di fb mi sono imbattuta in un gufetto meraviglioso messo su una torta realizzata da Vale, conosciuta su fb come Pizzingrillo Party (a cui chiedo ancora scusa per la brutta copia, e che ringrazio tantissimo per avermi permesso di postare la foto della mia scopiazzata!) . Il suo gufo penso sia piccolo e solo di pdz, appoggiato sopra la torta…io invece ho deciso proprio di fare la torta gufo…e che la pazienza sia con me come sempre!!! Se per fare i fiori nella decorazione del mio uovo di Pasqua ho usato una cannuccia accuratamente intagliata per i petali, per fare le piume di un gufo che diavolo avrei dovuto usare???un taglia biscotti a forma di cuore! poi il cuore si divide in due, e poi via con stuzzicadenti e coltello appuntito per decori vari. Deciso!! Dopo questa mi fiondo su internet per auto-regalarmi per il compleanno taaaaaanti stampini e attrezzi per la pasta di zucchero! Avessi avuto gli attrezzi giusti avrei decorato questa torta in massimo 1 ora…ecccchecavolo! :/

…il festeggiato ha apprezzato… ma col suo fare sempre da “ci devo metter bocca in tutto!” ha aggiunto (per restare in tema) ” ma la bocca dov’è????”  ….no vabbè…lascia perdere poi te lo spiego !!!!! 😀 e come un bambino deluso ha continuato a dire ” ma la candela non fa le scintille!!!” ..ok  aveva ragione, ci hanno venduto candele scintillanti che di scintilla non avevano nulla…ma possiamo stare mezzora a guardare la candela che non fa le scintille???????????

…e soffia suuuuuu!!!!!

” ma hai scelto il gufo per via del naso???” … nooooo ma che scherzi??? 😀 dai taglia la tortaaaa! oh vabbè…spieghiamo per favore che il gufo è stato scelto perchè, contrariamente a chi pensa che porta male invece porta fortuna!  Mentre per alcuni nel passato era l’uccello del malaugurio,per i Celti era un animale dal significato diplomatico e messaggero…guidava gli uomini nei periodi di cambiamento.Viene oggi visto come simbolo della saggezza e della sapienza,permette di vedere (attraverso i suoi grandi occhi) la verità dietro la bugia . Se si riceve in regalo va posizionato con la faccia rivolta all’ingresso di casa per tenere fuori le cose cattive. Leggenda narra che un tempo era un uccello diurno dalla splendida voce, ma che dopo aver assistito alla morte di Gesù odiò la luce del sole e soffocò il suo canto soave tramutandolo in singhiozzo per la morte del figlio di Dio. Insomma…il gufo porta bene…e quindi…

AUGURI fratellone!!!

….e ce l’abbiamo pure fatta a tagliare la torta eh!!!! niente di complicato, un pandoro a forma di campana ( riciclato da Pasqua! 😛 )  e modellato un pò, una semplice farcia fatta con 250 gr. di ricotta e  250 gr. mascarpone lavorate con 100 gr. di zucchero, 150 gr di scaglie di cioccolato fondente ( anche questo riciclato…ovvero come ti consumo in un colpo solo l’uovo di Pasqua 😀 ) e rum. Bagna al rum, panna montanta a copertura di tutta la torta che per una notte è stata in frigo per poi essere decorata il giorno dopo con pasta di zucchero colorata con coloranti alimentari in polvere. Oh signori, sul pranzo ho avuto da ridire perchè qualcosa non è venuta come volevo io..ma questa torta per me è venuta meravigliosa!!!! E quando mia madre chiede il bis ne ho conferma. E se poi l’indomani mattina nel tagliarne una fetta da regalare ci “ritorna all’assaggino” perchè fino a pranzo non resiste ne ho di nuovo conferma!!! E ne vado fiera si.. posso??? Non faccio torte per mestiere ma quando le faccio le faccio col cuore, e se vengono carine quanto basta, e anche buone….per me è un regalo meraviglioso per chi le riceve!

“Gufo, gufo della notte scura, che porti via fame e paura..veglia su tutte le nostre genti, vecchi, bimbi e sugli armenti. Col tuo canto, che può far paura, proteggi gli amici con madre natura.Fate, gnomi fastidiosi folletti, non potranno più farci dispetti.”

Con questa ricetta partecipo al contest

Annunci