Tag

,

Ebbene si, a casa mia non si butta mai nulla…ecco perchè da sempre nei miei ricordi ci sono dei vecchi ricettari Bertolini, ormai introvabili perchè non li fanno più in formato cartaceo. Il primissimo ricettario non ha nemmeno le immagini… cose d’altri tempi mi vien da pensare, visto che spesso di una ricetta la prima cosa che mi colpisce è l’immagine. In effetti in questo ha ragione chi tempo fa davanti a una parete di libri di cucina mi diceva ” ma guarda le foto…non fanno venir voglia di mangiarlo questo piatto!”…o viceversa ” guarda qui..questo si che è un libro di cucina da comprare…guarda che foto!!” ..Ebbene si..aveva ragione ma sapete com’è…agli uomini non diamo troppo spesso ragione noi donne !!!

Il ricettario che vi mostro è uno dei 3 cimeli della cucina di mamma&nonna.

e pur io sapendo che è vecchissimo oggi con mia grande sorpresa scopro, leggendo nell’ultima pagina, che è del 1967!!!! O_o

ohhhhh … quasi 45 anni di ricettario!!!! sono stranita pure io…e ancora non ho guardato la data del ricettario più vecchio..li mi sa che svengo!

Grazie nonna!

Questi ricettari sono pieni di ricordi ( e si nota pure dalle macchie che portano addosso !!!ehehe) e oggi, visto che siamo vicini al carnevale ( porcapuzzola ma non c’è prima San Valentino???? vabbè….) tiriamo fuori una tra le tante bontà del periodo:

LE CASTAGNOLE

Seppur da bambina di dolci io ho pochi ricordi…questo ricettario era sempre tra le cose che sbirciavo. Mamma di solito faceva la torta di mele ( e farò un post per quella più in la) invece di nonna ricordo le famose castagnole…e a dirla tutta quando le faccio io penso sempre “quelle di nonna erano più buone!” (mi chiedo perchè visto che la ricetta è sempre la stessa!!!!)…la ricetta si legge dalla foto ma comunque trascriviamola…

INGREDIENTI:

600 gr di farina

100 gr di zucchero

150 gr di burro

4 uova

la buccia di un limone grattuggiata

una presa di sale

una bustina di lievito ( vanigliato Bertolini dose 1/2 kg)

PREPARAZIONE

Sbattere le uova con lo zucchero,aggiungere il burro liquefatto, la buccia grattuggiata di un limone ed una presa di sale. Mescolare bene ed unire al tutto la farina, a poco a poco,per evitare il formarsi di grumi. Continuare a lavorare la pasta finchè diventa ben liscia e vellutata. Aggiungere il lievito vanigliato Bertolini , avendo cura di incorporarlo bene.Versare la pasta a cucchiaiate in padella fonda nell’olio o strutto bollente, lasciando che i dolci galleggino e diventino di un bel colore dorato. Durante la cottura, le castagnole devo gonfiarsi e divenire soffici,leggere. Appena cotte , sgocciolare e spolverare con zucchero. Si potranno servire anche con marmellata oppure con una buona crema di cioccolata.

io le ho spolverate di zucchero a velo…ma sono buone in qualsiasi modo!!!

Ovviamente ho riportato la ricetta con il lievito Bertolini perchè la ricetta proviene da quel ricettario, ma potete usare il lievito che volete .

Inoltre va sottolineato che l’impasto non può essere preso a cucchiaiate perchè non è liquido. A un certo punto si impasta e si forma un panetto che verrà fatto a serpentelli e tagliato a dadini che potrete modellare un pò con le mani. Prometto di rifarle facendovi vedere un “quasi” passo passo!!!! 😉

E un dubbio mi sorge…sul gusto che ricordo di quelle fatte da nonna. Mi sa che lei usavo lo strutto!!!!

Annunci